Enorme successo del Concorso pianistico internazionale del Friuli Venezia Giulia, con oltre 60 concorrenti provenienti da 18 Paesi del mondo (Corea del sud, Albania, Giappone, Croazia, Israele, Italia, Svizzera, Polonia, Cecoslovacchia, Slovenia, Bulgaria, Germania, Russia, Francia, Ukraina, Olanda, Usa e Cina). Le giovani promesse del pianismo mondiale hanno presentato domanda per partecipare alla competizione (nonostante l’emergenza internazionale legata al Coronavirus) confermandone la vocazione di eccellenza internazionale. La forte adesione ci stimola nel procedere regolarmente per svolgimento del Concorso dal 26 maggio al 1 giugno. Tuttavia il concorso si dovrà svolgere in sicurezza e con la garanzia che la salute di tutti sia assicurata. Il Governo italiano sostiene che le misure restrittive dureranno per tutto il mese di aprile e a fine maggio e le attività musicali potrebbero riprendere normalmente. Per tali ragioni il Direttore Artistico Davide Fregona e la Giuria del Concorso presieduta dalla pianista Slovena Dubravka Tomšič Srebotnjak comunicheranno la decisione presa in merito al regolare svolgimento del Concorso entro il 27 aprile 2020.

Note sul concorso
I concorrenti si cimenteranno nelle prove che da una prima serie di brani obbligatori (legati anche all’assegnazione dei Premi Speciali) porteranno i migliori all’esecuzione di un articolato programma libero, riservando quindi ai tre finalisti la prova decisiva: il concerto con orchestra, attesissimo dalla Città di Sacile, con l’intervento dell’Orchestra di Stato della Romania, diretta dal Maestro Ovidiu Balan.
Di altissimo profilo poi i pianisti chiamati a costituire la Giuria del Concorso presieduta dalla pianista Slovena Dubravka Tomšič Srebotnjak affiancata da Carles Lama (Spagna), Massimo Gon (Italia), Daniel Rivera (Argentina), Johannes Kroptfish (Austria), Ick Choo Moon (Corea del Sud) e Hong Fu (Cina).