> Scuole Medie in Concorso con la Musik Pagella del festival piano|fvg

oltre mille studenti in gara in sette Istituti della Provincia di Pordenone e uno del Veneto, in contemporanea con i concerti del festival


300_pianoforti_antichi_centanin
Mentre si snoda nel Triveneto il cartellone musicale del Festival pianistico internazionale piano|fvg, otto Istituti scolastici per un totale di oltre mille ragazzi sono parimenti impegnati nelle attività “educational” che ormai da quale edizione accompagnano il programma dei concerti, con iniziative rivolte alla Scuole Medie del territorio. Particolarmente interessante il percorso studiato quest’anno dal Direttore del festival, Maestro Davide Fregona, che ha voluto dedicare uno speciale approfondimento alla storia del pianoforte grazie alla creazione di un video-documentario originale girato grazie alla collaborazione di alcune prestigiose istituzioni culturali del Triveneto. Per la parte più antica, legata al clavicembalo, strumento antesignano del pianoforte, è stato essenziale l’apporto della prof.ssa Donatella Busetto, responsabile artistico dell’Associazione Barocco Europeo di Sacile, che si occupa proprio di promuovere e valorizzare repertorio e strumenti di quest’epoca della musica. Per quanto riguarda invece la nascita del pianoforte e la sua evoluzione dagli esemplari storici più originali (da tavolo, verticali a lira o ad armadio, oppure nella versione antica di fortepiano) ai grandi strumenti dell’Ottocento romantico cari ai Maestri della tastiera, come gli Erard amati da Liszt o i Pleyel prediletti da Chopin, gli organizzatori dell’Istituto di Musica della Pedemontana si sono affidatoi al Museo del Pianoforte istituito presso la Fondazione Musicale Masiero e Centanin di Arquà Petrarca, grazie al suo Direttore artistico, il Maestro Franco Angeleri, e alla gentile collaborazione della Fondazione Antonveneta, ente che sostiene il Museo e le sue attività.
I contenuti del documentario fanno così da traccia per delle lezioni-concerto tenute in collaborazione con gli insegnanti della materia presso le Scuole partecipanti, che corrispondono alle città toccate dal festival: Sacile, Pordenone, Aviano, Maniago, Spilimbergo, Cordovato-Sesto al Reghena, San Vito al Tagliamento, Caerano di San Marco. Gli studenti, attraverso le domande di approfondimento del gioco “Musik Pagella”, possono partecipare così ad un Concorso che, facendoli assistere gratuitamente ai concerti in cartellone, mette in palio piccoli premi musicali individuali e, come premio finale per la Scuola che avrà fatto registrare il maggior numero di presenze, una tastiera digitale offerta da Biasin Musical Instruments di Azzano Decimo, partner da sempre attento alla formazione dei giovani musicisti, così come la banca BCC Pordenonese, che parimenti sostiene il progetto. Quest’anno però il Concorso si preannuncia ancora più interessante per i ragazzi, dato che avranno la possibilità di aggiudicarsi quattro borse di studio del valore totale di duemila euro, che ITAS Assicurazioni ha voluto concedere come sostegno all’impegno educativo del festival, per gli studenti e le famiglie del territorio.
L’appuntamento conclusivo del Festival, al quale saranno specialmente invitati tutti gli studenti e gli Istituti partecipanti, con la premiazione della Scuola vincitrice del premio piano|fvg > educational, sarà sabato 4 maggio per il concerto all’auditorium Concordia di Pordenone.